Interrogazione su rischi occupazionali nel Tigullio vendita Ansaldo Energia

Francesco Bruzzone
 

Genova, 23 settembre 2013

Prot. N.   579     /ac

  Al Signor Presidente del Consiglio regionale della Liguria
Sede

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA IMMEDIATA

Oggetto: rischi occupazionali nel Tigullio legati alla possibile vendita di Ansaldo Energia ai coreani

Il sottoscritto Consigliere regionale

RILEVATO che nell’entroterra del Tigullio esistono un gruppo di aziende che rappresentano una punta di eccellenza a livello internazionale per quel che riguarda la componentistica elettrica e strumentazione, la componentistica meccanica di precisione i sistemi di filtro e le fucinature metalliche

CONSTATATO che tali piccole e medie imprese, che danno lavoro a circa 300 persone, rischiano di essere completamente cancellate a causa della vendita di Ansaldo energia  all’azienda coreana Doosan, operazione soltanto funzionale alle dinamiche di bilancio del gruppo Finmeccanica

CONSIDERATO che tale operazione pone a rischio anche il futuro della stessa Ansaldo Energia e che non si può costruire nessun tipo di ripresa economica per il Paese privandosi di un’azienda che ha lavoro e soprattutto prospettive e che offre occupazione anche attraverso l’indotto a centinaia di persone tra cui tantissimi giovani

INTERROGA  IL PRESIDENTE E LA GIUNTA REGIONALE

Al fine di sapere con quali azioni la Giunta Regionale intende intervenire in questo contesto a tutela dello sviluppo economico e occupazionale della nostra realtà produttiva.

Il Consigliere Regionale

Francesco BRUZZONE